Boston è un diesel: rimonta da -22 e conquista Londra!

di Ennio Terrasi Borghesan
articolo letto 202 volte
Kyrie Irving (Boston)
Kyrie Irving (Boston)

L’ottava partita di Regular Season NBA disputata in terra britannica è conquistata dai Boston Celtics, che alla o2 Arena di Londra battono i Philadelphia 76ers per 114-103.

Si tratta della settima vittoria consecutiva per Boston, che rimonta dopo un inizio difficile (-22 dopo un quarto e mezzo) grazie a uno strepitoso terzo quarto da 37 punti.

È una vittoria del collettivo per la squadra di Stevens: Brown (21) e Irving (20) sono stati fondamentali nell’ispirare la rimonta, ma l’apporto di Tatum (16) e Marcus Morris dalla panchina (19 con 8 rimbalzi) merita più di qualche menzione, mentre Al Horford flirta con la tripla doppia (13 punti, 8 rimbalzi e 7 assist). 

Per Philadelphia, che chiude a 4 la sua striscia vincente, sottotono Joel Embiid che comunque chiude in doppia doppia da 15 punti (ma 6/17 dal campo) e 10 rimbalzi; il top scorer è JJ Redick, ispiratissimo nel primo tempo (22 alla fine, con 5/9 da 3), bene anche Simmons (16)

I Sixers partono subito sul 9-2 con un ispirato Redick che segna 7 dei primi 9 punti di squadra; Boston fatica a trovare le misure col primo canestro che arriva solo dopo 3’ con Irving. L’ex Clippers è però inarrestabile nel primo quarto, che chiude con 13 punti (e 3/4 da 3) e i Sixers avanti di 5 (28-23).

Phila torna in campo con un 8-0 di parziale volando a +13. Boston non riesce a rispondere e i Sixers arrivano anche sul +22 (49-27) dopo 18’. Brown prova a dare la scossa a Boston, con 6 punti che riportano i Celtics sotto i 20 punti di svantaggio, e il primo tempo si chiude sulla singola cifra di svantaggio per i verdi di Stevens (57-48 Sixers). 

Boston apre la ripresa portandosi a -6, ma Embiid e Redick regalano nuovamente la doppia cifra di vantaggio ai Sixers. I Celtics, spinti anche da un pubblico caloroso, si aggrappano a Brown e Irving per tornare a distanza ravvicinata. La partita si accende, e i Celtics arrivano anche a -1 con 4 punti in fila di Tatum, sorpassando con una potente schiacciata di Daniel Theis. Phila accusa il colpo, e quando Smart firma il +6 Brown è costretto a chiamare timeout. Si continua sui binari dell’equilibrio, e +6 è anche il punteggio dopo 36’ (85-79), visto che la schiacciata di Joel Embiid arriva fuori tempo massimo.

Boston vuole chiudere la contesa in avvio di ultimo periodo, e la terza tripla di serata di Marcus Morris vale il massimo vantaggio sul +14, allungato a +17 con il primo canestro della partita di Smart. Embiid prova a tenere in partita i Sixers, che però non riescono a scendere sotto la doppia cifra di svantaggio. Il nervosismo porta anche ad un accenno di rissa sul parquet, subito sedato dagli arbitri. Finisce 114-103 per i Boston Celtics, che volano a 34-10 conquistando la settima vittoria di fila. Si chiude a 4 la striscia vincente dei Sixers, che da settimana prossima proveranno a ricominciare la corsa ai playoff.

Boston (34-10): Tatum 16 (7/13 dal campo, 1/3 da 3), Horford 13 (5/10, 1/3), Baynes 6 (2/3), Brown 21 (8/14, 2/4), Irving 20 (7/20, 3/10); Smart 5 (1/4, 1/2), Morris 19 (7/13, 3/7), Rozier 8 (3/7, 2/5), Theis 6 (3/3), Larkin, Nader, Ojeleye, Yabusele (0/1 da 3).

Philadelphia (19-20): Covington 5 (2/8, 1/5), Saric 14 (4/11, 1/5), Embiid 15 (6/17, 1/5), Redick 22 (7/12, 5/9), Simmons 16 (8/12); McConnell 12 (6/10), Holmes 2 (1/2), Bayless 3 (1/2, 1/1), Booker 2 (1/2), Luwawu-Cabarrot 6 (0/1), Anderson 6 (2/4, 2/3). Non entrato: Johnson.

Parziali quarti: 23-28; 25-29; 37-22; 29-24

Note: % dal campo: BOS 43/89 (48,3), PHI 38/82 (46,3); % da 3: BOS 13/35 (37,1), PHI 11/28 (39,3); Rimbalzi: BOS 46 (Horford e Morris 8), PHI 37 (Embiid 10); Assist: BOS 24 (Horford e Irving 7), PHI 20 (Embiid e McConnell 5); Massimo vantaggio: BOS +19 (110-91), PHI +22 (49-27).


LA PRESENTAZIONE DI CURTIS JERRELLS
Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy