Dominio Rockets: Houston pareggia la serie con una dimostrazione di forza

di Paolo Terrasi
articolo letto 239 volte
Foto

Houston Rockets - Golden State Warriors 127-105 (Serie in parità sull'1-1)

"Ci hanno presi a calci nel sedere". Le parole di Steve Kerr, con la sua solità onestà, raccontano Gara 2 meglio di ogni statistica, dai 5 giocatori in doppia cifra (contro due) per i Texani alle quindici palle perse (di cui 7 nei primi 7 minuti) da parte dei campioni in carica. Houston riequilibra la serie con una maestosa prova di forza, guidata dai 27 punti di James Harden  (pur col 37% dal campo) ed Eric Gordon ed un chirurgico PJ Tucker, che tira con 5/6 da dietro l'arco. Anche Ariza e Paul in doppia cifra, mentre per i gialloblù, oltre ai 38 di un immarcabile Kevin Durant, il nulla, con soltanto Curry, con 16 punti, sopra la doppia cifra.  

Warriors soltanto in vantaggio di massimo un possesso nel primo quarto, poi il vuoto, con Houston che all'intervallo era già in vantaggio di 14 punti con ben 10 triple a bersaglio. I Rockets a differenza di Gara 1 evitano il classico ritorno nel terzo quarto di Golden State, giocando "più duramente ed intelligentemente", secondo James Harden. Coach D'Antoni tiene sulla corda i suoi, con 6 giocatori sopra i 30 minuti di utilizzo, evitando ogni calo di distrazione e premiando l'impegno dei suoi. Ora due giorni di riposo per il cambio di campo, con la serie che vola in California con nuovi temi ed un equilibrio che tutti noi ci auguravamo.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy