Agli Spurs la maratona contro OKC, Gallinari ko a Denver

di Paolo Terrasi
Vedi letture
Foto

San Antonio Spurs-Oklahoma City Thunder 154-147 2OT
Pioggia di triple, record, ed emozioni in un'altra gara candidata al titolo di migliore dell'anno. Lamarcus Aldridge si unisce al club dei 50 con la sua miglior partita in carriera, con 56 punti, raccolti tirando 20/33 dal campo e un perfetto 16/16 ai liberi. Nonostante i neroargento tirino anche 14 triple consecutive senza sbagliare (16/19 totali), portando sette uomini in doppia cifra (il nostro Marco Belinelli chiude con 19 punti, 5/5 da 3), OKC rimane in gara fino alla fine grazie alle giocate di Paul George Russell Westbrook. L'ex Indiana dice 30, il numero 0 firma una tripla doppia anch'essa da record con  24 punti, 24 assist e 13 rimbalzi. Assist utili a portare i compagni a segnare costantemente, come Steven Adams, Jerian Grant e Terrance Ferguson, ma nonostante il 15/35 di squadra i Thunder si devono arrendere alla serata quasi perfetta dei texani.

Denver Nuggets-Los Angeles Clippers 121-100
La 21esima tripla doppia in carriera di Nikola Jokic (18 punti, 14 rimbalzi e dieci assist) è la ciliegina sulla torta per i Nuggets, che danno il bentornato a Danilo Gallinari (18 punti con 6/17 dal campo e il solito 3/6 dall’arco) battendolo nettamente. Il 50% al tiro dei ragazzi di coach Malone lascia poco scampo ai Clippers, e conservano la vetta nonostante le assenze di Gary Harris e l'inconsistenza in campo di Millsapp, mentre per i losangelini arriva tardi la riscossa guidata da Lou Williams

Miami Heat-Boston Celtics 115-99
Stop in Florida per i Celtics, che vedono Miami scappare già nel primo tempo ed amministrare nella ripresa, dove ci pensa Dwyane Wade ad evitare tentativi di rimonta ospite. 8 punti dei 19 di flash arrivano nel terzo quarto, utili a dare continuità al 17-4 con cui è stato chiuso il primo tempo (e la gara). Peggior sconfitta stagionale per Boston dopo quattro vittorie consecutive, sesto posto consolidato per gli Heat. 

Sacramento Kings-Detroit Pistons 112-102
Basta il 34-21 iniziale per amministrare la sfida contro i Pistons privi di Blake Griffin. Per i Kings arriva così il successo, con sette i giocatori in doppia cifra, guidati dai 18 punti di Buddy Hield e i 14 a teta di Cauley-Stein e Giles. Detroit invece ha perso sette delle ultime otto gare giocate e rischia sempre più di mancare la posteseason, sogno molto vivo per Sacramento. 


Altre notizie