Trento rompe il tabù Avellino: sbanca il PalaDelMauro e fa 1-0

di Fabio Cavagnera
articolo letto 314 volte
Foto

La prima dell’Aquila Trento ad Avellino arriva nel momento più propizio. La Dolomiti Energia sbanca il PalaDelMauro (79-77) in gara 1 dei quarti di finale e toglie il fattore campo agli avversari, conquistando il primo punto. Una vittoria in rimonta per la squadra di Buscaglia, sotto anche in doppia cifra di ritardo nel terzo quarto, prima di un periodo finale praticamente perfetto, ritrovando la mano dall’arco e mettendo con Gomes e Flaccadori i canestri decisivi. I padroni di casa pagano la serata no di Fesenko ed un Rich non incisivo come al solito, nonostante i buoni esordi degli ultimi arrivati Renfroe e Auda. 

Fuori Fitipaldo e Lawal per turnover per gli irpini, c’è (anche se non al meglio) Shields tra gli ospiti, in un avvio di partita con mani piuttosto fredde. Chi parte molto caldo è Sutton: suoi 11 dei primi 14 punti della squadra di Buscaglia, ma non basta per permettere un allungo ai suoi, con al massimo un +5 (17-22 all’11’), subito annullato dai padroni di casa. Si va avanti sul filo dell’equilibrio, con il buon impatto degli esordienti nel nostro campionato, la difesa trentina a forzare un numero elevato di palle perse per Filloy e compagni e la prova di un Flaccadori praticamente perfetto. 

Gli irpini piazzano un allungo, in avvio di ripresa, arrivando per la prima volta a +7, per poi dare una botta più vicina con quattro punti in fila di Auda (50-41 al 27’), mentre Trento spara a salve dall’arco ed è anche un po’ nervosa. Qualche minuto più tardi arriva la prima doppia cifra di vantaggio, con due liberi dell’altro ultimo arrivato e la Scandone sembra in controllo del match. Gli ospiti, però, reagiscono nel quarto periodo, trovando finalmente qualche canestro dai 6,75 con con Gomes e Franke, riaprendo completamente i giochi, per addirittura sorpassare con il portoghese (69-71) a 1’30” dalla sirena finale. Risponde Filloy, ma un antisportivo di Wells viene convertito da cinque punti dagli ospiti per un pesante +4, firmato Flaccadori. E’ ancora Auda a ridare speranze ai suoi, con un 2+1, il play trentino fa 1/2 ai liberi ed il pallone finale è irpino: Rich sbaglia ed è colpaccio Trento, mentre il pubblico irpino si arrabbia con gli arbitri.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy