Ultimo mese prima dei playoff, tanti scontri decisivi nel weekend di A

di Ennio Terrasi Borghesan
articolo letto 143 volte
Dominique Sutton (Trento)
Dominique Sutton (Trento)

In quattro sono sicure -per Milano, Venezia e Brescia la certezza è matematica- di un posto, ma gli altri quattro posti playoff sono tutti ancora in ballo in Serie A. Importantissima quindi la 26esima giornata di campionato, anche per un menu che propone tanti scontri diretti o indiretti fondamentali in chiave playoff.

Dopo l’anticipo del sabato tra Torino e Virtus Bologna, due squadre a caccia del riscatto dopo un girone di ritorno sin qui non esaltante -soprattutto per quanto riguarda i piemontesi-, il menu di domenica offre su tutte le sfide Varese-Reggio Emilia e Cremona-Trento: le squadre di Caja e Buscaglia vogliono continuare il loro strepitoso girone di ritorno, mentre Reggiana e Vanoli, che si sfideranno mercoledì nel recupero della partita rinviata per gli impegni emiliani in Eurocup, vogliono iniziare nel migliore dei modi la loro intensissima settimana di campionato. Occhio anche ai divari delle partite d’andata, dove Reggio s’impose con 10 punti di margine mentre furono 11 i punti a distanziare Trento e Cremona lo scorso dicembre.

Il big match, oltre al derby tra Cantù e Milano, è però la sfida tra Venezia e Brescia, una sorta di spareggio per il secondo posto che potrebbe anche tramutarsi in una sfida per l’essere “l’anti-Milano” di questo campionato. L’Umana, che mercoledì giocherà in Olanda il ritorno della semifinale di Europe Cup, cerca una vittoria per distanziare la squadra di Diana e blindare la sua posizione in classifica, mentre la Germani -forte del successo nella partita d’andata- cerca un 2-0 dall’eventuale peso specifico enorme.

Non c’é solo la lotta playoff a tenere banco, ma anche quella salvezza: Pesaro fa visita a una Avellino che inevitabilmente avrà la testa rivolta anche alla semifinale di ritorno di Europe Cup contro il danesi del Bakken Bears, mentre Brindisi ospita Capo d’Orlando a caccia di una vittoria che per i pugliesi blinderebbe il discorso salvezza. I siciliani, invece, cercheranno quel successo che manca proprio dalla partita d’andata contro la squadra di Vitucci (che proprio sul campo dell’Orlandina fece il suo esordio sulla panchina dell’Happy Casa.


LA PRESENTAZIONE DI CURTIS JERRELLS
Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy